Poesie

36 articoli
Torbido guano

Torbido guano

In un bimbo che nasce nel volto di un grande, sia grande quel tratto che spezza l'incanto. Storie una voce, al suo letto racconta, nel mentre una madre che ha in seno la vita, riporta al suo stato coerente l'inganno. Cerchio perenne che compie il suo plagio, stenta l'attesa ma poi accetta la resa. Tu che d'amore dipingi Milano, lascia…
Notte sarai

Notte sarai

Vale la speme che di lunga la via, si porti una porta che si apre nel tempo. Cogli quel sordo ma già antico dolore, che dentro al tuo cuore si è fatto pudore. Oggi è il passato se passi da ieri ma il giorno è domani e notte sarai.
Il palio

Il palio

Metamorfosi apocrifa respirando acclama, di quell'estasi profonda, suo palio voluttuoso, sangue fraterno e sterco equino. Rendo fiero ciò che ottengo, sorta paga e falsa mano, scudo in basso e spada tratta. Duro e bianco il marmo è vano, di sue vene grigie piane, giace spoglio a terra e segue di un si forte e strano abbaglio e fiore Giano lo…
Profondo e fatale

Profondo e fatale

Piove,  Scia di cristallo che rotola in mano, ingerita nel fango si abbevera piano. Alta la sera si appaga dei tuoni, saette irrompono da un mondo lontano, cancellano il buio che nero scompare e ferma di un niente quell'urto bestiale. Mostra a quel faro la luce che chiedi e chiedi sia luce ad un faro che vedi. Il mare, s'impenna…
Non ti scordare

Non ti scordare

Goccia di aceto spugna di mare, porta il tuo feto dentro l'altare.  Oltre la mensa e fuori la stanza, resta un'arnese di ampia abbondanza. Ama la sera di ogni alveare, non ti fermare se puoi volare. Fango e latrine, cerchio lunare, fresco uno staglio, forte è l'abbaglio. Opera prima e dopo ti appare, sola ti attese, non ti scordare.