Poesie

36 articoli
Le tue sole parole

Le tue sole parole

Dentro a quella frase c'eri tu ed io mi soffermai sulle tue labbra. Non ebbi a sentire il valore delle tue parole, ma scivolai nell'oblio della solitudine, portando con me la bellezza dei tuoi gesti e delle tue delicate forme. Cosa potei perdere in quell'attimo non lo saprò mai, ma nella mia mente e nel mio cuore, porterò per sempre quel…
Morte giungesti in vita

Morte giungesti in vita

Al pari di un’ombra scura, io fui a celarne luce, quanto di udito stanco presi a camminar precoce, e di un passar lontano già mi allungò la mano. Ei paventò al mio viso, certo di un tremendo fato, poi io invocai di getto, chi mi ascoltò sovrano, giunto al mio seco vago, tu che ponesti imago, niente dicesti invano, ed…
Io mi chiamo Prestolin

Io mi chiamo Prestolin

Cielo e stelle per coperte un gradino per cuscino, apro il cuore al mio destino, son fratelli i poverelli e il mattino è un buon vicino, mano a mano mi avvicino. Strade e parchi come arredo, c'è un lampione al comodino, poche porte e poi il giardino, quando un quadro è il manifesto voci e rombi son sirene, salta un…
Gassoso Scatto

Gassoso Scatto

Le tue gambe alte, sono onde di quell'accesso di un porto che intravedo unico, come mio ancoraggio certo. Siepe di un bosco scuro che dà spiragli in luce, proprio lì c'e un bisogno estremo, di veder che si bruci il tempo. Monte impervio e aspro, come aspre sono le labbra tue, che di carne rossa ricordano quel sangue mio denso…
Ecce omo immondo

Ecce omo immondo

Val di schiuma fina, porti a porta spina, memore perfina giungi a doppia rima, incontrar se stessi apre a tanta trina. Nun de' fosso in osso, brandi a più non posso, alza cenno al cielo e scivola giù in terra, sera e poca luce l'occhio brama a foce. Ecce omo immondo, sente oscuro il tempo, rende agro il fondo e…